Come Gestire I Ladri Di Entusiasmo

Sono certo che vi sia capitato di iniziare qualcosa e di ricevere mille critiche, ecco perché oggi vediamo insieme come gestire i ladri di entusiasmo. Il primo dato da cui partire è che questo è un falso problema. Ti spiego subito perché: stiamo affrontando un discorso partendo dagli altri. Come sai, visto che mi leggi su questo sito, io sono solito parlare solo di ciò che è nelle nostre disponibilità. Possiamo cambiare solo noi stessi ed i nostri comportamenti. Questo significa che se qualcuno ruba l’entusiasmo è perché glielo permettiamo.

Partiamo innanzitutto da un’analisi personale: dobbiamo rivedere assolutamente se hai in pancia un dialogo interno di questo tipo. Se è così, se impegni la tua testa in questi ragionamenti e sei messo in questo modo, è necessario fare un passo avanti e cambiare. La condizione in cui sei, cioè anche solo pensare che qualcuno ti possa rubare i sogni, è uno svantaggio rispetto al mondo esterno. Se hai in testa che qualcuno possa fare qualcosa senza che tu glielo permetta, puoi iniziare a lavorare sul tuo intelletto e sulle tue competenze.

Te lo dico perché questa condizione intellettuale è sintomatica di chi non ha controllo della propria vita. Per questo, sembra che le persone intorno a te siano padrone della tua vita. Possibile che tu pensi di essere una bandiera al vento che cambia direzione quando soffia il vento? Questa cosa è abbastanza semplice da capire. Nessuno può rubare niente, perché siamo noi a rendere disponibili i nostri sogni ed i nostri entusiasmi alle persone che sono intorno. Credo sia ingenuo pensare ed aspettarci che queste cose vengano supportate dalla vita, in generale.

ladri di entusiasmo

SOGNI ED ENTUSIASMO

Diciamocelo: i sogni sono cavoli tuoi! Le tue ambizioni, i tuoi entusiasmi, tutte queste cose sono tue e non di altri. Se vogliamo parlare di come gestire i ladri di entusiasmo dobbiamo prima vedere a che punto è la tua autostima. Hai notato che è scritto ovunque il possessivo “tuo“? Ecco perché non possiamo pensare a quello che fanno gli altri. Rispetto a te, ricorda che nessuno può essere miglior guardiano delle tue cose che tu stesso. Quindi il fatto di dare agli altri la responsabilità di aver preso qualcosa non è corretto. Ricorda che non ti hanno tolto niente. Ti hanno solo dato modo di riflettere su quanto sia stato vulnerabile.

Allo stesso modo ti basta osservare come siano cambiati i sogni e le idee nel corso della vita. Delle volte l’entusiasmo è cresciuto, altre è scemato. Che cos’è accaduto? Come al solito, se leggeste le biografie delle persone che hanno avuto successo a livello mondiale, vedreste che è tutta gente che ha combattuto. Contro chi? Sicuramente chi ha cercato di sabotare i loro sogni! Hanno dovuto superare ogni tipo di difficoltà per raggiungere e far sì che il loro sogno si manifestasse in realtà. Sono tutte persone che non hanno mollato!

Recentemente ho visto la storia di Bill Gates (che non mi è simpatico). Però è interessante che abbia chiesto finanziamenti a centinaia di banche per far partire il suo progetto del famoso software, in modo che potesse essere universale tra tutti i computer. È stata la sua fortuna, certo, ma sappi che lui non si è mai arreso. Immagina la situazione, dopo 10 banche che gli hanno detto di no. Poi 15…e poi ancora 20. Immagina, ancora 25, 30 o 40 banche! Immagina quante schiaffi (morali) ha preso prima di arrivare all’obiettivo…

NON DARE RETTA AI LADRI (DENTRO DI TE)

L’attitudine dei vincenti è quindi quella di non mollare mai. Non fermarsi fino al raggiungimento del risultato. Chi è riuscito, in qualsiasi area del successo, ha semplicemente perseverato, ha custodito i sogni, non ha ascoltato i soliti disfattisti. Ho letto la storia di Jeff Bezos, con il successo strepitoso di Amazon. Ho seguito la crescita di Elon Musk con Tesla (e non solo). Ma ci sono tantissimi altri meno conosciuti e meno “grandi”, che hanno costruito qualcosa di importante. Puoi leggere la vita dei cantanti o delle persone dello spettacolo, gli attori, i campioni dello sport…

Ci sono quelli dotati, ci sono alcuni ‘nati con la camicia’, ma quanti sono? Davvero pochi. Il modello che puoi riscontrare in tutte le storie di successo è sempre lo stesso. Ognuno ha avuto un sogno. Ha avuto anche l’indole al successo, una voglia pazzesca di arrivare al vertice, nonostante i sabotaggi esterni e…interni. Già, perché prima di pensare a come gestire i ladri di entusiasmo è necessario lavorare sulla propria corazza, che prende avvio dall’autostima. Capisci qual è il tuo sogno. Fai un viaggio a ritroso, quando senti che l’entusiasmo sta scemando. Fermati. Torna indietro, al tuo perché.

Se sei focalizzato, se il tuo entusiasmo è il reale, fregatene di chi ti vuole osteggiare, di cosa dicono le persone. Se sei lucido e stai puntando la rotta esattamente dove devi andare, primo o poi sei pre-destinato ad arrivare. Nei giorni favorevoli andrai avanti. In quelli avversi, procederai comunque senza mollare. Non sai cosa ti aspetta al di là del viaggio che stai facendo, ma è meglio così, altrimenti sai che noia! Tieniti sempre lucido, punta verso quello che vuoi veramente. Non dare ad altri la responsabilità del tuo cammino. Prenditi la responsabilità e vai a prenderti quello che ti spetta!

Rispondi