Stretti in un solo abbraccio

Caro Marco,
la perdita di un genitore è uno degli eventi che più ci turbano. Ci si sente soli ad affrontare la vita. In questi momenti dobbiamo far venire fuori il ‘guerriero’ che sta dentro di noi, perché dobbiamo prendere coraggio e continuare a vivere. 
Il ricordo di papà Mario ti accompagnerà per sempre, non sarai mai solo. La perdita è solo uno stato di passaggio, così come è uno stato di passaggio la vita.
Tutta la tua comunità marziale ti porge le più sentite condoglianze, Fratello, e rimane a disposizione per qualsiasi necessità tu mostrassi. 
L’uomo è solo, ma si circonda di altri uomini per vivere meglio la sua permanenza sulla terra. Tu hai una comunità che ti vuole bene, ti stima e ti è vicina.
Ti dedichiamo l’immagine dell’ideogramma cinese Ying, il ‘coraggio’, dove è disegnato un uomo con le braccia aperte, in piedi, totalmente solo in un grande spazio aperto ricoperto dall’erba. L’ideogramma ci invita ad affrontare il nostro stato di solitudine, caro Fratello. La tua comunità ti è vicina, per farti sentire meno solo in questo brutto momento. 
Un saluto pieno di affetto va a te, a tua madre, a tuo fratello ed a tutti i tuoi cari, che hanno perso Mario. 

La tua comunità marziale

6 thoughts on “Stretti in un solo abbraccio

  1. Anche se non ho avuto il piacere di conoscere Marco, li porgo un grande abbraccio.Da parte di un compontente (appena arrivato) della famiglia.Emanuele

  2. Cari amici, vi scrivo per ringraziarvi tutti delle bellissime e sincere parole che mi avete regalato. Sto vivendo il momento più brutto della mia vita; un dolore lacerante che ti spacca l'anima in due come un coltello che taglia il burro. Sono stato sempre un credente ed ho sempre pensato che la fede va curata giorno per giorno come si cura una pianta o un bonzai. Penso anche però che io non

Rispondi