Sei Sicuro Che Sia Tu A Decidere?

Sono certo che qualcuno di voi abbia già riflettuto su questo, ma io ci sono arrivato non più di qualche anno fa. Quando ho iniziato a studiare marketing e comunicazione, mi sono messo a guardare tutte le pubblicità per comprenderne il minimo comun denominatore. Dopo le prime settimane di visione, mi è venuto il dubbio e mi sono detto: “Riccardo, sei sicuro che sia tu a decidere?“. Ecco, la riflessione è partita e oggi voglio condividere con voi alcune cose che ho pensato e che ho sperimentato, in modo tale che siate in grado di valutare quando c’è una manipolazione.

Qualcuno decide per la tua vita, al posto tuo, non è assurdo? Eppure accade tutti i giorni. Certo, se sei abituato guardare tante ore di programmi spazzatura, sarà molto difficile che tu te ne sia reso conto e che tu possa anche solo lontanamente farti delle domande… Ma se sei qui, non credo tu sia una di quelle persone. Molti tendono a mettere la testa sotto la sabbia, perché basterebbe solo un po’ di attenzione per saper osservare la comunicazione che ti arriva diretta nel cervello e che ti vuole indicare cosa fare e come muoverti.

MANIPOLAZIONE O SCELTA

Nelle arti marziali accade esattamente la stessa cosa. Tu sei convinto che tu abbia l’occasione per portare un attacco decisivo, ma magari ti accorgi che era solo uno stratagemma dell’avversario per destabilizzarti…quando voli per terra! Non a caso esiste il detto “chi domanda, comanda”. Avete notato che chi pilota le comunicazioni fa sempre domande affinché possa ottenere le risposte che stava cercando? Ecco, qui sta l’opera di manipolazione della mente, che ti illude di essere capace di decidere. In realtà, la decisione è guidata dall’esterno, attraverso un’opera certosina di comunicazione e marketing.

sei sicuro che sia tu a decidere?

Avete mai visto giocare gli esperti di scacchi? Ogni volta che muovono una pedina, fanno in modo che l’altro cada in un tranello. Quando l’avversario muove, sicuramente pensa di essere lui a decidere. In realtà, come avete compreso, la sua mossa è frutto di uno stratagemma. E quando facciamo un acquisto? Pensate davvero che avete deciso voi di acquistare quella o l’altra marca? Sei sicuro che sia tu a decidere? Pensate che ogni messaggio pubblicitario deve entrare nella testa 7 volte prima che uno proceda all’acquisto. In quel momento, davvero pensate che il momento in cui comprate quell’accessorio o quello snack o quel giocattolo sia solo perché lo avete deciso voi?! Ve ne rendete conto con i bambini… Vengono bombardati, perché non hanno difese.

LAVATI IL CERVELLO

Devi iniziare a pulire il tuo cervello per imparare a guidare come vuoi tu. Per prendere la strada che vuoi, per partire ed arrivare quando vuoi, non puoi pensare come tutti, non puoi ragionare con la stessa testa. Io stesso amo scegliere la velocità che più mi piace per arrivare a destinazione. Mia moglie lo sa, quando sto per giungere a destinazione, accelero. Mi dà adrenalina. Questo lo puoi fare se sai decidere. Sai decidere solo se fai un lavoro costante di pulizia del cervello. Come? Iniziando ad auto-manipolarlo. La Meditazione profonda può essere uno strumento. L’Ipnosi può essere uno strumento. Alcune Pratiche interne possono essere un altro strumento.

Tutto passa unicamente dalla tua testa e dalle tue forze, con i tempi ed i modi che decidi tu. Devi avere la libertà di decidere in ogni istante cosa fare. Avere delle opzioni significa avere più frecce all’interno della tua faretra per decidere cosa fare nei miliardi di cose che ti accadono nella vita. Dalla più piccola alla più importante. Senza pausa, senza sosta, è necessario sperimentare continuamente come si muovono i politici, i leader religiosi, gli esperti di marketing. Tutti quelli che vogliono che tu faccia qualcosa, nel bene o nel male, non sta a me dirlo, girano intorno sempre alle regole di base del convincimento, il modello è lo stesso.

A questo punto hai capito: per liberarti dalle costrizioni esterne, ti posso consigliare di mettere la testa in qualcosa di nuovo per esplorare cose nuove. Bisogna avere la testa aperta e libera per valutare, leggere, studiare, approfondire. La libertà di scegliere viene dalla conoscenza di tante cose, dall’analisi della comunicazione esterna. Devi aumentare la tua consapevolezza. Si può cambiare, è vero, ma bisogna strapparsi la pelle. Il cambiamento necessita di sperimentazione costante delle novità. C’è davvero necessità di un autolavaggio del cervello, una pulizia profonda. Se vuoi poter decidere davvero, devi prenderti la responsabilità di aprire gli occhi, osservare e valutare ogni messaggio che arriva nel tuo cervello. Sei sicuro che sia tu a decidere? Buon viaggio.

Rispondi