Pronti Alla Condivisione

Pronti Alla Condivisione

A nome di tutta la famiglia HKB, di cui sono responsabile, sono felice di ribadire che noi siamo pronti alla condivisione. Dovunque ci siano persone disponibili a praticare, allenarsi, scambiare conoscenze, noi ci siamo. Lo dimostriamo ogni volta che veniamo invitati. Lo voglio ribadire alla luce del bellissimo evento al quale abbiamo preso parte.

Il Maestro Alessandro Cossu (Mantide Religiosa del Sud) ha contribuito ad organizzare con altre realtà e persone una bellissima giornata di condivisione libera dello sport, nella cornice meravigliosa del Parco degli Acquedotti di Roma. Il Maestro Cossu, con 56 anni di pratica attiva alle spalle, insegna Nanxi, Nan TangLang Pai, Kwong Sai Jook Lum Praying Mantis. È stato un piacere notare tante similitudini nelle nostre pratiche.

Il bello di incontri come questo è poter toccare con mano le competenze che vengono insegnate nelle varie scuole, ma anche mettersi alla prova per comprendere meglio quello che si pratica. È come mettersi davanti allo specchio, per riconoscersi nell’altro. Oppure per allontanarsi da alcuni modi di fare, praticare ed insegnare, perché no? Mica bisogna nascondersi dietro al dito. Se qualcosa non ci piace, si vede, si rispetta, ma poi non si fa.

CONDIVIDERE NON SIGNIFICA TENTARE DI SOPRAFFARE

Ad ogni modo, a parte qualche episodio di chi cerca di far capire che è il più fico del mondo, facendo la figura del cretino, è meraviglioso scambiare con chi ha voglia di farlo. Lo scambio, l’incontro e lo scontro sono fondamentali per chi pratica arti marziali realistiche. E il bello è che si può praticare lentamente, senza metterci malizia, per comprendere cosa e come si fa.

In questo senso è quantomeno sciocco tentare di sopraffare. La cosa più cretina di tutte è chiedere ad una persona di fare un gesto (esempio: “tira un jab”) e poi andare a prevaricare con 6 movimenti consecutivi, colpendo l’altro che rimane fermo. È una strategia di insegnamento che mi ha sempre fatto schifo. Oggi, dopo 23 anni di pratica, mi fa proprio incazzare, a dirvela tutta.

Ho chiesto ai praticanti della mia famiglia di farmi notare qualora io o chiunque dei istruttori si comportasse in questo modo idiota. Si dimostra solo che si ha PAURA della reazione dell’altra persona. Ecco perché se una cosa funziona, non ha bisogno di forza, velocità o differenza di peso. Se un movimento è intelligente, prescinde da queste tre cose.

AMO CONDIVIDERE LE CAPACITÀ CHE HKB PUÒ DARE

La cosa che amo di più e per la quale dico che siamo tutti pronti a condividere le conoscenze è mostrare le capacità che HKB può dare nel breve e nel lungo periodo. Incredibile vedere le facce dei praticanti di altre discipline che rimangono stupiti delle abilità e delle competenze relative all’energia interna. Ieri ho visto gli occhi felici di alcuni che hanno toccato con mano il Sé Súi Keng 洗髓经 [xǐsuǐīng], il Lavaggio del Midollo Osseo.

Lo so che per alcuni è solo un libro classico, ma è una competenza che si può davvero studiare, praticare e realizzare. Dipende sempre e solo dal praticante, dalla sua voglia di entrare nel sistema e approfondire queste conoscenze tradizionali, partendo da Sam Chiàn Pō͘戰步 [sānzhànbù].

Ringrazio i miei Tô Tǐ 徒弟 [túdi] che mi hanno seguito nell’ennesimo raduno, per mettersi alla prova. Ringrazio il grande Maestro Cossu, persona eccezionale davvero, così come i membri della sua scuola, davvero preparati e pronti alla condivisione.

Una preghiera finale: chi ha voglia di sperimentare Thèng Kèng 聽勁 [tīngjìn], cioè la capacità di ascoltare l’energia, si predisponga per farlo senza accelerare o tentare di prevalere, altrimenti farà sempre e solo la figura dell’imbecille.

Pronti Alla Condivisione

Rispondi