Passi…

Con i ragazzi che mi seguono affrontiamo spesso temi di crescita personale e, se stai leggendo, forse anche tu avrai notato che amo condividere il mio percorso di cambiamento. Il più delle volte, però, ai buoni propositi non fanno seguito le azioni, come ci siamo già detti, perché si viene sopraffatti dalla “rimandite”.

In realtà, per togliersi dall’impasse, in qualsiasi ambito, bisogna aggirare il blocco oppure, come siamo soliti fare nelle arti marziali, abbatterlo. Questo è l’inizio di un percorso verso qualcosa di diverso, ma ci vuole sempre il primo passo, il più importante.

Nel percorso di cambiamento non importa quanto siano ampi o veloci i passi che si faranno. La cosa indispensabile è fare il primo e poi…non mollare mai! La costanza della camminata sul percorso evolutivo e di trasformazione farà la vera differenza tra chi si lamenta e chi si mette in azione per cambiare.

Ogni passo che fai, lascia un segno indelebile dentro di te. Non so se hai mai fatto caso alle orme sulla sabbia. Se ti fermi e ti guardi indietro, vedi il percorso che hai fatto fino a quel momento: è affascinante, perché hai lasciato un segno. Funziona nello stesso modo nella trasformazione: cammini e lasci un segno, dentro di te.

Ecco perché è molto importante tener traccia di quello che si fa, di ogni singolo cambiamento che avviene in noi o che ci porta un pezzettino più vicino all’obiettivo che abbiamo scritto (l’hai scritto, vero?!). Se non tieni traccia della tua rotta, puoi ritrovarti in un altro posto, molto molto molto lontano da dove avevi deciso di andare…

Rispondi