Intervista Con Giovanni Filippello

Giovanni Filippello

Oggi incontriamo il Maestro Giovanni Filippello, fondatore della WT ACTION. Benvenuto!

Sifu Giovanni Filippello: È un onore e un piacere essere intervistato da un altro Maestro di Arti Marziali e per questo ti ringrazio Riccardo!

Giovanni Filippello

Puoi raccontarci da dove viene la tua passione per le arti marziali e quando hai iniziato?

Pur essendo presente da sempre la passione per le Arti Marziali, a Bologna iniziai all’età di sette anni a praticare come sport la Scherma. All’età di sedici anni la mia famiglia si trasferì per lavoro a Roma e lì continuai a praticare Scherma nel Gruppo Sportivo delle FF.OO. Dai 16 ai 20 anni vinsi diversi titoli Italiani e molte altre Competizioni nella disciplina della Spada. Partecipai anche alla Coppa del Mondo Under 20 con la Nazionale Italiana Giovanile. Nel 1987, a 19 anni, vinsi il concorso per entrare all’ISEF Statale di Roma. Al primo anno di università iniziai a praticare il TKD con uno dei più famosi Maestri Italiani, Massimo Mancini. Qualche anno più tardi, cominciai anche il Judo con il bravissimo Maestro FIJLKAM, Giorgio Mascellini.

Come hai conosciuto il Wing Chun e perché hai preferito questa ad altre esperienze precedenti?

Sono stato sempre affascinato dalle Arti Marziali, praticandone diverse, e sempre sono arrivato alla stessa conclusione. Qualsiasi stile praticassi, oltre ad avere un indirizzo prettamente sportivo, doveva soddisfarmi dal punto di vista della preparazione sia fisica che mentale. Doveva allo stesso tempo migliorare la strategia del combattimento reale e senza regole della strada. Sicuramente era necessario si adattasse al lavoro quotidiano di chi per dovere doveva provvedere alla tutela e alla salvaguardia del cittadino.

LA STORIA DI SIFU GIOVANNI FILIPPELLO

Poi, agli inizi degli Anni Novanta, conobbi prima Sifu Michael Fries e, subito dopo, un suo allievo e mio primo Sifu Carlo Bernardi. Mi parlava sempre del comportamento di un gatto: se può, evita lo scontro e fugge. Se è messo alle strette, magari con le spalle al muro, si trasforma in un animale selvaggio. Sifu Carlo, facendomi vedere un video sull’addestramento dei Reparti Speciali Tedeschi SEK e GSG9, mi fece capire bene le tecniche che funzionano veramente nella difesa personale. In particolar modo, lo vidi nelle attività operative svolte durante l’espletamento del servizio di Polizia.

Fu lui che mi introdusse nel mondo del vero Wing Tsun, insegnandomi le basi ed i principi che muovono lo stile del Gran Master Leung Ting e del Gran Master Keit Ronald Kernspecht e l’Escrima del G.M. Bill Newman. Ricordo sempre con quanta grazia, velocità e precisione tecnica Sifu Bernardi abbia dato dimostrazione del Wing Tsun e dell’Escrima a me e ad alcuni  miei colleghi di lavoro. Conoscere e lavorare con lui fu una tappa importante per il mio miglioramento tecnico e professionale.

Infatti grazie a lui sono diventato Insegnante ed ho appreso non solo i programmi tecnici per l’insegnamento del W.T., ma tutta la sua esperienza nel combattimento da strada e delle tecniche operative. Una delle cose che mi ha affascinato di più del W.T. è stata poi quella di constatare la sua eleganza attraverso un bravissimo Maestro come Sifu Michele Stellato e ad un grande Maestro e amico, Sifu Carmelo Parisi, che mi ha sempre aiutato a integrare parte del sistema.

WT ACTION

Ho avuto poi modo di conoscere Sifu Marco Mattioni e Sifu Paolo Bonucci, Responsabili Nazionali della Federazione EMAS ed il G.M. Steave Tappin dell’Escrima Concept. Grazie a loro sono riuscito a raggiungere nel tempo un’altra tappa importante per il mio miglioramento tecnico. Successivamente mi sono appassionato ad un Wing Chun più moderno ed evoluto e, per questo, ho iniziato a praticare e a far praticare ai miei allievi il Wing Fight del GM Victor Gutierrez, con il supporto tecnico dell’amico e bravissimo Master Marco Guidi, Responsabile Italiano.

Da un po’ di tempo seguo con molta attenzione ed interesse anche il Wing Flow di Master Mark Stas e continuo i miei studi del Latosa Escrima direttamente con il GM Rene Latosa e la supervisione di Master Alessandro Fantini. Un ringraziamento particolare però lo devo al mio attuale Maestro di riferimento per il Wing Tsun tradizionale, GM Nunzio Nastasi. Grazie ai suoi insegnamenti ho colmato alcune mie carenze tecniche e, nel 2019, sono riuscito a vincere a Mosca (Federazione Russa) la Medaglia d’Oro ai Campionati Europei di Wing Chun nella specialità della forma a mani nude.

IL WING CHUN SECONDO SIFU FILIPPELLO

Negli ultimi anni ci sono state molte frammentazioni. Cosa contraddistingue la tua Scuola? 

Assolutamente il WC (o WT) nel tempo ha avuto moltissime spaccature che, in alcuni casi, hanno consentito al sistema di farsi conoscere meglio. In molti altri hanno creato varie nicchie chiuse, senza consentire ai propri allievi ed istruttori di confrontarsi con altre realtà di lineage dello stesso sistema. Sicuramente, invece, avrebbero permesso una maggiore crescita tecnica! Sicuramente la mia Scuola, oggi affiliata direttamente sotto la FIWUK CONI, di cui sono il Responasbile Nazionale, unitamente al mio pari grado, Master Maurizio Tesio del GM Sam Lau, nasce con l’intento di divulgare il Wing Chun o Wing Tsun attraverso l’apporto tecnico di diversi Grandi Maestri, che non hanno alcun tipo di preclusione e pregiudizio….

Giovanni Filippello e Maurizio Tesio

Combattere con il Wing Chun: secondo te è possibile? Che esperienze stai maturando?  

Il concetto del combattere, forse, viene utilizzato da molti insegnanti in modo troppo generico e allo stesso tempo approssimativo. Sicuramente un buon praticante di Wing Chun condizionato fisicamente, allenato allo sparring e a gestire le emozioni, così come proviamo a fare nelle mie scuole affiliate alla FIWUK per preparare le competizioni sportive, ha buone possibilità di fronteggiare un eventuale scontro sportivo o non sportivo. Con il passare degli anni e l’esperienza dell’insegnamento sto maturando sempre di più la consapevolezza che solo confrontandomi con altri Maestri ed i loro allievi si può continuare ad apprendere e a migliorare questa bellissima e affascinante Arte Marziale.

Puoi spiegare che progetti di unità stai portando avanti in seno al Wing Chun?

Prima di tutto sto cercando di rendere il Wing Chun accessibile a tutti, partendo dalle persone più disagiate, dai ragazi, fino ad arrivare alle persone con disabilità. Per fare questo, con la mia Federazione di appartenenza, la FIWUK CONI, e con l’Ente di Promozione Sportiva ENDAS settore Wing Chun, di cui è Responsabile uno dei miei Si fu, Valerio Burgio, stiamo cercando di formare in modo completo, professionale e responsabile gli istruttori che hanno intenzione di divulgare ed aprire dei corsi.

In secondo luogo stiamo cercando di accompagnare lo studio dell’Arte del Kung Fu con la pratica sportiva, fondamentale ad una crescita completa del praticante. Infine, sto cercando di arricchire le mie conoscenze e quelle dei miei istruttori attraverso la collaborazione di Grandi Maestri di fama internazionale, sia per il Wing Chun che per l’Escrima, per il Grappling e per il Qi Qong. Solo lo scorso anno sono venuti nella mia Accademia GM Victor Gutierrez, Master Marco Guidi, GM Nunzio Nastasi, GM Carmelo Parisi, GM Rene Latosa, GM Rogerio Olegairo del BJJ, GM Stefano Targa.

Molti altri ne verranno presto, almeno spero, come l’amico Mark Stas, GM Nick Smart ed un Master che ammiro molto, Yuri Morelli, allievo del GM Michael Tang. Un giorno spero di avere anche il Maestro Riccardo Di Vito a fare uno stage di Black Flag Wing Chun ai miei allievi.

Maestri

Ci organizzeremo. Ho visto parecchi video in cui si respira un’aria genuina nella tua Scuola. So che non sei professionista, ma che sei un grande appassionato. Qual è il segreto del successo di SiFu Giovanni Filippello? 

Riccardo, sono molto orgoglioso delle mie scuole e dei miei allievi e cerco di essere per ognuno di loro un punto di riferimento nella vita di relazione, a prescindere dall’insegnamento del WT. Il mio lavoro primario è un altro ed è molto impegnativo. Solo la grande passione per il Wing Chun mi spinge ad insegnare e, per forza di cose, avendo circa duecento persone tra allievi, tecnici ed istruttori, come Maestro ho una grande responsabilità.

Per questo motivo, devo mettere nell’insegnamento la stesso dedizione del professionista. Sinceramente non ti so dire se ho successo, ma sicuramente il fatto di avere un altro lavoro sicuro mi permette d’insegnare scevro da ogni tipo d’interesse economico. Questo per me vuol dire avere successo, ma senza un motivo valido per inseguire il successo!

Come svolgi le tue sessioni di allenamento personale?

Essendo stato in passato un atleta di alto livello, cerco di mettermi sempre in discussione e, per questo motivo, mi alleno tutti i giorni con la stessa concezione del miglioramento continuo della prestazione. Bisogna avere sempre degli obiettivi ed essere un esempio per i propri istruttori, allievi e figli! Quest’anno mi stavo preparando duramente per partecipare con la Nazionale Italiana della FIWUK ai Campionati Europei di Mosca in Russia e ai Campionati del Mondo di Foshan, in Cina, ma l’emergenza Coronavirus ha sospeso qualsiasi tipo di competizione Internazionale.

Con Nunzio Nastasi

Come si diventa SiFu nella Scuola di SiFu Giovanni Filippello?

Nella Wtaction si viene nominati SiFu solo dopo aver raggiunto il Terzo Grado Tecnico, avere avuto la gestione di una grande scuola o accademia, aver formato dei gradi tecnici, aver dimostrato delle grandi qualità umane messe a disposizione degli altri. Soprattutto, si diventa Si fu senza pagare! Al momento all’interno della nostra Scuola Wtaction ci sono tre Si Fu, il mio amico e compagno di allenamento Roberto Zamboni e due tra i miei primi allievi diretti Si Fu Valerio Burgio e Si Fu Fabio Vicerè

Pensi che ci siano margini di miglioramento del Wing Chun o è già perfetto così com’è?

Per fortuna tutto è migliorabile e perfettibile… Ma bisogna dimostrare sempre l’umiltà per farlo migliorare, in particolare quando ci confrontiamo con altri Maestri, con altri lineage o con altri stili di Arti Marziali.

Grazie di aver risposto alle domande. Per conoscere il Maestro Giovanni Filippello, cliccate qui.

Un pensiero riguardo “Intervista Con Giovanni Filippello

  1. Insieme al Maestro Filippello abbiamo ricostruito il settore Wing Chung all’interno della Fiwuk .. ho potuto apprezzare, come Vice Presidente Vicario Fiwuk, le sue Qualità e Professionalità

Rispondi