Continuavo A Rimandare

Io continuavo a rimandare le cose da fare, le scelte da prendere, i cambiamenti da mettere in atto. Lo facevo anche io. So che per chi mi segue sembrerà strano, ma è capitato per tanto tempo anche a me. Durante una chiacchierata con uno dei miei mentori, una persona mi fece riflettere sull’argomento, durante una festa. In realtà, dopo 10 minuti, a me non importava più del ballo, della cena o del contesto, perché questa persona, più grande di me, mi ha aperto gli occhi su un tema importantissimo.

Abbiamo parlato del tempo e del fatto che ne sprechiamo tanto, finendo ad avere più rimpianti che soddisfazioni, dopo tanti anni. Se intervistassi un anziano, un nonno o comunque un conoscente che abbia oltrepassato i settant’anni, ascolteresti tantissimi racconti di ciò che ha fatto… Ma potresti notare anche il rimpianto per non aver osato oppure per non aver fatto qualcosa di particolare. Ecco, è in quel momento che la mia mente si è focalizzare sul presente. Cosa continuavo a rimandare? E perché?!

Oggi, mentre spiegavo questa cosa a mia figlia, ho pensato che un po’ di anni fa mi comportavo così, sprecavo tantissimo tempo, pensando di averne tanto! Rimandavo ogni cosa, che si trattasse di un viaggio, una chiamata o una delle tante decisioni che avrei dovuto prendere. Questa “rimandite“, il proiettare le responsabilità nel futuro per non prendere decisioni, mi portava a rimandare piccole cose ogni giorno, che poi, nel tempo, diventavano enormi!

RIMANDARE SIGNIFICA NON SCEGLIERE

Rimandare significa non scegliere cosa si vuole fare, affidando al destino, al tempo ed alla fortuna le proprie possibilità di agire. Se rimandassi una chiamata importante per attrarre un lavoro, potresti perderlo. Se rimandassi un appuntamento con una persona speciale, potresti vederla uscire con un’altra persona. Pensaci: se ritardassi di pagare una bolletta, pagheresti gli interessi e l’eventuale multa. Insomma, rimandare è ritardare di fare qualcosa, perdendo la possibilità stessa di scegliere.

4 o 5 anni fa ho smesso di perdere tempo. Chi mi conosce da vicino lo sa. Limito l’utilizzo dei social network. Se posso delegare, lo faccio. Ho davvero deciso di prendere in mano la mia vita ed inseguire i miei obiettivi. Voglio essere certo che tra 15 o 20 anni potrò guardarmi indietro ed essere soddisfatto per le cose che ho fatto. Sicuramente senza rimpiangere cose che non ho fatto! Questo richiede una grossa responsabilità, perché con una pianificazione fatta bene degli orari e dei giorni, tutto si può fare.

Se anche tu vuoi inseguire i tuoi sogni, non esitare a scrivermi. Io sono estremamente soddisfatto di aver intrapreso una strada in salita, che mi sta portando a scegliere cosa fare e quando farlo. Non rimando più le decisioni da prendere. Quando trovo dei problemi, mi focalizzo sulla soluzione da adottare, senza procrastinare. Non è una situazione semplice, né una passeggiata, ma ne vale totalmente la pena. Davvero, se stai cercando di cambiare vita, scrivimi. Ti Aspetto!

Rispondi